Perché nutrire i capelli?

 

In questo post vi spiegherò quali sono le cause della sensibilizzazione dei capelli e perché è importante nutrirli.
Nel prossimo articolo, invece, che vedremo  quali sono gli strumenti a nostra disposizione per restituire corpo e lucentezza alle chiome delle nostre clienti.

 

 

 

 

 

 

1 – Le cause della sensibilizzazione dei capelli

Prima di presentare nel nostro salone i trattamenti ristrutturanti è importante spiegare alle nostre clienti come il processo di ossidazione agisce “naturalmente” sui capelli e quali effetti ha: per saperne di più leggi questi articoli dedicati: clicca qui e qui.

Inoltre dobbiamo considerare:

  • Il numero di shampoo: l’azione lavante di uno shampoo può accentuare il problema, per questo è fondamentale scegliere il prodotto più adeguato al tipo di capello (e tenere presente che i capelli andrebbero lavati ogni due giorni). > art 28 febbraio

  • Le azioni meccaniche: il semplice gesto di spazzolarsi i capelli, lo sfregamento durante lo shampoo, strofinarli con l’asciugamani oppure toccarli continuamente per rilassarsi… questi sono piccoli gesti di tutti giorni che sensibilizzano i capelli.

 

  • La sensibilizzazione termica: gli strumenti a caldo non professionali che le nostre clienti usano a casa contribuiscono a renderli fragili.

  • L’azione chimica dei prodotti tecnici: l’alcalinizzante è per sua natura aggressivo. Questa è una ragione per scegliere colorazioni di qualità, che sono arricchite dagli stessi polimeri dei trattamenti ristrutturanti e quindi nutrono il capello stesso, rinforzandolo e migliorandolo.

2 – Perché è fondamentale nutrire i capelli

Il capello sensibilizzato tende a danneggiarsi sulle punte: non ha cemento intercellulare e si desquama, diventa difficile da lavorare:  i pigmenti delle colorazioni non aderiscono,  la piega dura pochissimo perché il capello è debole al suo interno.
Un capello ben curato, al contrario, resiste più facilmente alle aggressioni. Per questo è importante fare capire a chi si rivolge a noi che bisogna prestare attenzione e nutrire i capelli.

3- Come nutrire i capelli

Nei laboratori vengono creati prodotti in grado di nutrire i capelli in modo adeguato, a base di materie prime naturali, adeguatamente rielaborate, oppure chimiche.

Nell’articolo del 28 febbraio abbiamo visto cosa contiene uno shampoo e quali sono i suoi compiti. Sembra incredibile ma per un chimico è molto più semplice creare un balsamo, una maschera o un trattamento. Questi infatti devono compiere un’unica azione: depositare la sostanza attiva giusta nel posto giusto, per un effetto che duri più a lungo possibile.

La grande sfida è creare una formula che rilasci varie sostanze dove servono.
I trattamenti con risciacquo che utilizziamo dopo lo shampoo sono conditioners, maschere e trattamenti intensivi.

Nel prossimo post descriverò le caratteristiche e le differenze dei prodotti a nostra disposizione per nutrire i capelli: i conditioner, le maschere e i trattamenti intensivi

Share: